Black power

Esordio in casa Deutz-Fahr di “Warrior 9340 Ttv”, edizione speciale del campo aperto top di gamma del Marchio tedesco. Al suo fianco i rinnovati serie “6”, tre modelli con potenze tra 126 e 143 cavalli equipaggiabili con nuove trasmissioni powershift

Deutz-Fahr Warrior 9340 Ttv

Nero, forte ed elegante. Protagonista indiscusso allo stand Deutz-Fahr l’inedito “9340 Ttv” in versione “Warrior”, un’edizione limitata del trattore convenzionale top di gamma del Marchio tedesco che ricalca stilisticamente il modello “Warrior 7250 Ttv” che tanto successo ha riscosso nell’ultimo triennio. Da qui quindi la scelta di Deutz-Fahr di proporre anche il modello più prestazionale della serie “9 Ttv” con un’elegante livrea nera, impreziosita da una griglia del tubo di scarico cromata e da gruppi ottici misti, con quelli da lavoro a led e le luci stradali allo xenon. Fra le dotazioni di serie previsti anche un sedile a sospensione pneumatica “Evolution Active”, un impianto di climatizzazione automatico e l’estensione della garanzia a tre anni, in luogo dei classici due. Comuni invece ai modelli tradizionali i principali gruppi funzionali, a cominciare da un powertrain strutturato sulla base di un propulsore Deutz a sei cilindri da sette litri e 800 di cubatura che eroga fino a 340 cavalli di potenza massima, operante in abbinamento a una trasmissione a variazione continua di derivazione Zf a quattro gamme meccaniche che permette alla macchina di muoversi senza soluzione di continuità fra i 200 metri/ora e, dove permesso dal Codice, 60 chilometri l’ora. Commisurata alla classe di appartenenza anche l’idraulica, forte di una pompa a cilindrata variabile in grado di erogare fino a 210 litri di olio al minuto e quindi di gestire fino a otto distributori ausiliari, senza penalizzare i sollevatori che si propongono con capacità di 12 mila e cinque mila chili, rispettivamente al posteriore e all’anteriore. A fianco di “Warrior 9340 Ttv” anche le nuove versioni della serie “6” equipaggiabili oggi, oltre che con la già nota trasmissione a variazione continua di progettazione originale Sdf, anche con un cambio powershift a tre gamme e cinque marce che, integrabile con un riduttore e un super riduttore, mette a disposizione, nel primo caso, 30 velocità in avanzamento e altrettanti in retro o, nel secondo caso, 60 rapporti in avanti e altrettanti indietro, con queste ultime selezionabili mediante un inversore elettroidraulico modulabile nella risposta sulla base di cinque differenti stadi di aggressività. Rinnovati infine, per rispondere alle normative anti inquinamento stage 4, anche le motorizzazioni Deutz a quattro cilindri da tre litri e 600 centimetri cubi che erogano un range di potenze massime che spaziano dai 126 ai 143 cavalli, prestazioni fruibili pienamente e in sicurezza anche durante le attività di trasporto sui percorsi in pendenza grazie alla presenza di un freno motore idraulico, denominato “Heb”, attivabile a pedale.