A metà dell’opera

Partita il due aprile scorso da Cape Town, nell’estrema punta del Sudafrica, la spedizione “X-Tractor around the World”, sponsorizzata da McCormick e Bkt, alla fine dello stesso mese ha chiuso con successo la prima parte del percorso e si è avviata verso la conclusione, prevista il 20 maggio a Pretoria

X-Tractor around the World

55 giorni di viaggio per percorrere sei mila chilometri. La maggior parte dei quali in off road e affrontati in autonomia. Questo in sintesi l’impegno che uomini e mezzi stanno affrontando dal due aprile scorso per portare a termine la seconda edizione di “X-Tractor around the world”, raid agricolo-naturalistico a sfondo sociale che si sta svolgendo in Sudafrica. La prima parte del viaggio è stata molto impegnativa per uomini e mezzi causa l’estrema lunghezza delle tappe, l’attraversamento di grandi aree desertiche e la necessità di superare alti passi alpini. Tutte situazioni affrontate senza poter contare su supporti esterni in caso di incidenti o avarie. Trattori e gomme non hanno però dato mai segni di stanchezza marciando sempre in maniera regolare e continua, condotti dai Carabinieri forestali del primo reggimento Tuscania, gente che normalmente non guida o lavora con i trattori, ma che a bordo dei McCormick serie “X7” e X8” si è trovata subito a proprio agio grazie al comfort di stampo automobilistico delle cabine e alla facilità di gestione delle macchine indotta dalle trasmissioni continue. In queste pagine un resoconto prettamente fotografico di un viaggio che oltre a proporsi quale test tecnico e di lunga durata per le macchine vuole anche promuovere la meccanizzazione agricola là dove ancora non è sviluppata contribuendo anche, grazie alla collaborazione con Amref, associazione no profit impegnata in Africa per la titela dei bambini e delle donne, ad approfondire i temi della nutrizione e della salute.