Agrofarmaci: la Commissione europea chiede una riduzione del 62 per cento

Favorita dall’atteggiamento cerchiobottista della politica, delle industrie e delle associazioni, la Commissione europea chiede all’Italia una riduzione del 62 per cento degli agrofarmaci, una follia che mette a rischio la sicurezza agroalimentare. Questo nonostante invece i rischi sanitari e ambientali indotti da tali prodotti siano già oggi risibili e gli usi quasi dimezzati in trent’anni. Stella Kyriakides, cipriota, è Commissario Ue alla Salute. Fin dal suo insediamento, nel dicembre 2019, si è proposta quale vero e proprio falco nei confronti dell’agrochimica agraria. Sostenitrice fervente del Green Deal e del Farm…

Read More

Attività venatorie e sostenibilità

Il Mondo Occidentale è spesso contrario alla caccia e alle attività venatorie correlate, complici i mille pregiudizi che gravano sulla figura del cacciatore tra le quali una sua presunta mancanza di sostenibilità ambientale. Tesi smentita da una recente ricerca. Il passaggio da eroe a inadeguato nell’immaginario collettivo ha la durata di un attimo. Basta un cambiamento nella società e ciò che prima era una priorità, subito dopo non lo è più. Una volta il cacciatore era colui che proteggeva i borghi dalle fiere feroci. Oggi è visto come un poco…

Read More

Psp: modifiche marginali

Le scelte avanzate dall’Italia nell’ambito del suo “Psp”, Piano strategico per la Pac, definiscono modifiche solo marginali rispetto l’attuale status quo normativo. Nessuno snellimento burocratico dunque e ancora soldi a pioggia a chi non svolge attività agricole o zootecniche in maniera prevalente e professionale. La Politica Agricola Comunitaria versione 2023/2027 sta prendendo forma e l’Italia ha presentato a Bruxelles il suo “Psp”. Il Piano Strategico per la Pac che definisce nell’ambito del Regolamento Comunitario le scelte adottate dallo Stato per adattare le normative generali alla propria e specifica situazione. Quanto…

Read More

13 soluzioni contro peronospora e oidio

Contro peronospora e oidio della vite Gowan Italia propone una gamma completa basata su 13 differenti soluzioni che uniscono all’efficacia in campo un’elevata complementarietà d’azione delle singole sostanze attive. Non appena le temperature medie saliranno sopra i dieci gradi, alla prima pioggia infettante, farà la propria comparsa la peronospora della vite. Nel frattempo anche l’oidio avrà mosso i primi passi nel vigneto, rendendo anch’esso necessari trattamenti specifici.La difesa della vite necessita quindi di molteplici interventi già a partire dalle sue prime fasi di sviluppo. Fermo restando comunque il fatto che…

Read More

Difesa efficace e diversificata

Dal mese di maggio i vigneti necessitano una difesa efficace e diversificata contro l’oidio. In tal senso, l’offerta Belchim Crop Protection contempla fungicidi ad alto grado di complementarietà. Nel film “Nove settimane e mezzo”, del 1986, i protagonisti Kim Basinger e Mickey Rourke vivevano una passione talmente travolgente da portarli alla separazione causa l’incapacità di gestirla. Parafrasando il cult-movie, si può affermare che anche nei vigneti si vivono momenti di passione. Ma per almeno 16 settimane e mezza e inquadrabili più quali forme di apprensione che di passione. Sono infatti…

Read More

Ecofox Life di Isagro contro il Mal dell’Esca

Contro il Mal dell’Esca della vite è possibile agire preventivamente applicando prodotti a base di Trichoderma come “Ecofox Life” di Isagro, coadiuvato nella sua azione dal bioattivatore “Activite”, Nei vigneti a dettar legge sono fondamentalmente tre patologie regine, ovvero peronospora, oidio e botrite. La loro presenza spesso catalizza l’attenzione di tecnici e agricoltori, rischiando di fargli trascurare un altro problema fitosanitario di primaria importanza, ovvero il Mal dell’Esca, al momento una tra le più preoccupanti patologie della vite, mostrandosi in espansione in differenti aree viticole del Mondo e facendosi purtroppo…

Read More

Tu sei buono e ti tirano le pietre

Sei cattivo e ti tirano le pietre. Qualunque cosa fai, dovunque te ne vai, tu sempre pietre in faccia prenderai”. Così cantava nel 1967 il francese Antoine, all’anagrafe Pierre Antoine Muraccioli, un ritornello simpatico e ritmato che ben descrive una realtà cui è impossibile sfuggire, neanche se si è una multinazionale. A conferma, la puntata del 14 giugno di Dataroom, rubrica giornalistica proposta sia dal “Corriere della Sera” sia dalla rete televisiva “La 7” e condotta da Milena Gabanelli, da sempre fustigatrice del multinazionalismo capitalista e famosa per le sue…

Read More

Belchim: il diserbo efficace diventa semplice

Nel segmento dei diserbi di pre-emergenza di soia, girasole e patata, Belchim CropProtection propone “Proman Flow”, erbicida efficace anche sulle specie resistenti. Meglio prevenire che curare” recita un motto, valido anche nel settore dei diserbi. Mantenere i campi puliti prima ancora che si manifestino le prime fasi di emergenza delle colture è in effetti meglio che non il dover intervenire dopo, quando le colture si sono sviluppate e magari si è anche scoperto che le infestanti sono resistenti alle sostanze attive utilizzate in post-emergenza causa problemi di selettività. Un problema…

Read More

Isagro: la difesa dei frutti parte dal suolo

Applicato sul cotico erboso in pre fioritura del pero “RadixSoil” di Isagro contrasta le proliferazioni di Stemphylium vesicarum, l’agente patogeno della maculatura bruna, una delle più temute avversità di tale coltura. I funghi patogeni che attaccano le colture agrarie hanno cicli complessi una parte dei quali si sviluppa nel suolo durante i mesi autunnali e invernali. Poi, in primavera, dal terreno le spore raggiungono le parti epigee delle piante e arrecano danni a foglie e frutti. Fra tali patogeni uno dei più pericolosi è Stemphylium vesicarium, forma agamica dell’ascomicete Pleospora…

Read More

Disinformazione e chimica agraria

La giornalista Milena Gabanelli persevera nella sua opera di disinformazione relativa alla chimica agraria. Ultima esibizione in tal senso la rubrica “DataRoom”, durante la quale ha parlato di glifosate fornendo dati e informazioni che vanno dal fuorviante al falso. Tra queste la denuncia di un utilizzo annuo in Italia di un miliardo e 300 milioni di tonnellate di prodotti chimici, a fronte di valori reali e certificati pari a quattro milioni e seicentomila tonnellate, circa 275 volte in meno. Il tutto in violazione del Codice deontologico giornalistico che invece imporrebbe…

Read More