Top Ten 2020: classifiche provvisorie

I cento trattori più diffusi sul mercato, eletti tali dai 17 mila e 879 agricoltori che nel corso del 2020 hanno investito in macchine atte ad accrescere le potenzialità operative delle proprie aziende.

Le classifiche “Best seller award” stilate da Macchine Trattori sono relative ai mezzi più immatricolati nel corso di ogni anno solare. Si basano su analisi e interviste condotte nel corso dell’intero anno e, soprattutto, su dati ufficiali diffusi dalla Motorizzazione Civile. Non sono quindi valutazioni o riconoscimenti calati dall’alto sulla base di decisioni prese da giurie più o meno competenti e affidabili nei giudizi, ma derivano da dati oggettivi. Si precisa che nelle classi in cui sono presenti trattori aventi i medesimi volumi di immatricolato gli stessi trattori sono proposti in ordine alfabetico.

Le regole di assegnazione

1) La suddivisione delle classi e le denominazioni fanno riferimento al mercato. Sono aggiornate di anno in anno in base alle evoluzioni tecnico-prestazionali delle macchine.
2) Le potenze di riferimento sono quelle massime di omologazione.
3) I pesi dei “Compatti” sono relativi alle versioni doppia trazione/open.
4) I pesi dei trattori non compatti sono relativi alle versioni “dt” con cabina.
5) Per i passi fanno fede le versioni standard di ogni singolo modello.
6) Le immatricolazioni riferite a diverse versioni di uno stesso specializzato sono state sommate tra loro.
7) Sono considerati “Specializzati” e posti nella classe relativa tutti i trattori da vigneto (larghezza di 1,0/1,2 metri), i frutteti (larghezza di 1,2/1,4 metri) e i frutteti larghi (larghezza di 1,4/1,6 metri).
8) Sono considerati “Isodiametrici” anche i modelli di tali mezzi equipaggiati con ruote posteriori maggiorate.
9) Sono considerati “Cingolati” tutti i trattori che si muovono su cingoli di acciaio.
10) I trattori che per caratteristiche tecnico-prestazionali non rientrano nelle classi di riferimento, in particolare i cingolati e i semicingolati su gomma, sono considerati “eccezioni”. Sono inseriti, volumi di immatricolazione permettendo, nella classe di riferimento a loro più vicina.

Related posts